Iscriviti ora

** Riceverai le ultime notizie e gli aggiornamenti per il tuo viaggio in Bulgaria

Trending News
14 Lug 2024
Le città principali

L’Opera di Sofia: Un vero Gioiello Architettonico e Culturale

L’Opera di Sofia: Un vero Gioiello Architettonico e Culturale

L’Opera di Sofia (Софийска Опера и Балет in bulgaro) non è solo un luogo dove assistere a spettacoli di alto livello, ma è anche un vero e proprio simbolo della cultura e della storia bulgara.

Storia e Architettura

La storia dell’Opera di Sofia inizia negli anni ’20, quando l’architetto Lazar Parashkevanov, appena tornato da Praga dove aveva studiato ingegneria e architettura, venne incaricato dal governo di progettare una nuova sede per il partito agrario. Tuttavia, il colpo di stato del 1923 interruppe i lavori. Vent’anni dopo, Parashkevanov riprese il progetto, ma questa volta con una nuova destinazione d’uso: l’Opera Nazionale.

I lavori iniziarono nella primavera del 1947 e, dopo 18 mesi, le autorità decisero che solo una piccola parte dell’edificio sarebbe stata destinata agli agrari, mentre il resto sarebbe diventato la casa dell’Opera. L’architetto, stupito dal cambiamento radicale, ordinò la demolizione di quanto già costruito e creò un nuovo progetto, ancora una volta impressionante e innovativo.

L’Opera di Sofia è un perfetto esempio di architettura neoclassica con elementi art déco e modernisti. La facciata simmetrica è decorata con sculture di famosi compositori bulgari come Marin Goleminov. L’ingresso principale è caratterizzato da un grande portico con colonne e l’edificio può essere accessibile da tutti e quattro i lati.

Ma è l’interno a lasciare davvero senza fiato. La lobby è impreziosita da una maestosa scalinata che conduce all’auditorium a ferro di cavallo, con una capienza di 1300 posti. I soffitti a volta sono decorati con affreschi straordinari e gli interni sono arricchiti da ornamenti dorati e numerose sculture. Insomma, un tripudio di eleganza e opulenza.

Acustica e Palcoscenico

Ma l’Opera di Sofia non è solo bella da vedere. È anche un gioiello dal punto di vista acustico e tecnico. Parashkevanov, consapevole dell’importanza dell’acustica in un teatro d’opera, studiò a fondo l’argomento leggendo numerosi libri in tedesco, russo e ceco.

Il risultato è una sala dalla forma di uno strumento musicale, con doppie pareti e pavimenti, e un’apertura sul soffitto come uno strumento a fiato. I parapetti dei palchi hanno cavità che riflettono il suono e i pannelli in legno sono realizzati con lo stesso materiale degli strumenti musicali. Non a caso, l’acustica dell’Opera di Sofia è considerata tra le migliori al mondo.

Anche il palcoscenico è un’opera d’arte ingegneristica. Con i suoi 60 metri di altezza e quasi 50 di larghezza, è uno dei più grandi al mondo. Per darvi un’idea, l’intero teatro della Comédie-Française di Parigi potrebbe starci dentro!

Repertorio e Artisti

Fin dalla sua inaugurazione nel 1947, l’Opera di Sofia ha messo in scena un repertorio ricchissimo che spazia dal XVIII al XX secolo. Molte opere sono state rappresentate per la prima volta in Bulgaria proprio su questo palcoscenico, come il Così fan tutte di Mozart nel 1960, Il diavolo e Caterina di Dvořák nel 1961, Il fidanzamento al convento di Prokofiev nel 1962, Albert Herring di Britten nel 1964 e tante altre.

Grandi nomi della lirica internazionale si sono esibiti qui, da Gena Dimitrova a Nikolay Gyaurov, da Raina Kabaivanska a Nikola Ghiuselev e Anna Tomowa-Sintow. E naturalmente anche i più grandi artisti bulgari, come il soprano Gena Dimitrova, il basso Nikolay Ghiaurov e il tenore Nikola Gyuzelev.

L’Opera di Sofia è anche la casa del Balletto Nazionale, che propone sia i grandi classici come Il lago dei cigni e Lo schiaccianoci, sia produzioni più moderne e sperimentali. La compagnia si è esibita con successo in tutto il mondo, dalla Grecia all’India, dall’Egitto alla Germania.

Visitare l’Opera di Sofia

Se volete vivere un’esperienza indimenticabile, non potete perdervi uno spettacolo all’Opera di Sofia. La stagione va da settembre a giugno e offre un cartellone variegato con opere, balletti, operette e concerti.

I biglietti si possono acquistare online sul sito ufficiale, presso la biglietteria o tramite rivenditori autorizzati. I prezzi sono accessibili, a partire da 10-20 lev (5-10 euro) per i posti in galleria fino a 50-80 lev (25-40 euro) per la platea.

Per raggiungere l’Opera, potete prendere il tram 20 o 22 fino alla fermata National Opera, il filobus 9 fino a St. Alexander Nevsky Square o la metropolitana fino alle stazioni Sofia University St. Kliment Ohridski o Serdika. L’ingresso principale è in Vrabcha Street 1, mentre l’ingresso per i concerti per bambini è in Dondukov Boulevard 30.

Vi consiglio di arrivare con almeno 15 minuti di anticipo rispetto all’orario di inizio dello spettacolo. L’abbigliamento consigliato è elegante, anche se non c’è un dress code rigido. Potrete lasciare cappotti e ombrelli al guardaroba gratuitamente.

Durante lo spettacolo, ricordate di spegnere i cellulari e non scattare foto o fare video senza autorizzazione. L’Opera di Sofia segue rigorosamente le leggi sul copyright!

Dopo lo spettacolo, potrete intrattenervi nel maestoso foyer, perfetto per socializzare sorseggiando un calice di champagne durante l’intervallo, proprio come faceva l’alta società nei tempi d’oro dell’Opera.

Un Simbolo di Sofia e della Bulgaria

In conclusione, l’Opera di Sofia non è solo un teatro, ma un vero e proprio simbolo della capitale bulgara e del paese intero. Con la sua architettura mozzafiato, la sua acustica perfetta, il suo palcoscenico imponente e la sua programmazione di alto livello, è un luogo che incarna l’anima artistica e culturale della Bulgaria.

Visitare l’Opera di Sofia significa immergersi in un’atmosfera magica fatta di bellezza, eleganza, tradizione e innovazione. Significa scoprire un pezzo di storia europea e lasciarsi trasportare dalla potenza della musica e della danza.

Quindi, amici italiani, se capitate a Sofia non potete assolutamente perdere l’occasione di varcare la soglia di questo tempio dell’arte. Che assistiate a un’opera di Verdi, a un balletto di Čajkovskij o a un concerto di musica folkloristica bulgara, vi assicuro che sarà un’esperienza che vi rimarrà nel cuore per sempre.

E chissà, magari incontrerete anche il fantasma dell’Opera di Sofia! Sì, perché anche questo teatro ha la sua leggenda, proprio come l’Opera Garnier di Parigi. Ma questa è un’altra storia…

Se volete consultare il programma aggiornato o acquistare i biglietti potete cliccare qui

Related posts

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina